Matrimonio solidale



Credenze e superstizioni
nella scelta della data

Innumerevoli, e a volte contraddittorie, le credenze e le superstizioni popolare legate alla scelta della data.
Per quanto riguarda la scelta del mese:

  • Gennaio porta affetto, gentilezza e fedeltà
  • Febbraio è il mese degli amori, adatto alla scelta matrimoniale
  • Marzo riserva gioie ma anche pene
  • Aprile porta gioia
  • Maggio è sconsigliato
  • Giugno è favorevole, in quanto mese dedicato a Giunone, dea protettrice dell’amore e del matrimonio
  • Luglio porterà fatiche
  • Agosto porta cambiamenti
  • Settembre garantirà allegria e ricchezze
  • Ottobre porta amore, ma poco denaro
  • Novembre porta felicità
  • Dicembre dona agli sposi amore eterno

Riguardo, invece, al giorno della settimana:

  • Lunedì è il giorno dedicato alla luna, astro e dea delle spose. Quindi giorno favorevole al matrimonio
  • Martedì è giorno di ricchezza sicura (anche se, in base a un noto detto, “di Venere e di Marte non ci si sposa e non si parte”)
  • Mercoledì è considerato un giorno propizio
  • Giovedì porterà alla sposa dei dispiaceri
  • Venerdì, per i cristiani è giorno di digiuno e penitenza, quindi non adatto a banchetti nuziali, ma per i non credenti è il giorno dedicato a Venere, dea dell’amore, e quindi propizio.
  • Sabato, giorno solitamente preferito dagli sposi prevalentemente per motivi pratici, è sconsigliato dalla superstizione popolare come giorno delle nozze.
  • Domenica, in passato giorno preferito per le nozze, è oggi preferibilmente evitato dai sacerdoti, che dedicano la giornata alle celebrazioni delle Sante Messe per i fedeli. In questo giorno, inoltre, non sono solitamente disponibili i funzionari comunali per il rito civile.

Condividi su: